Design forum

Collaborazione innovativa, problem solving e solution design

Crediamo …
… che le migliori risposte – quelle che vengono implementate e che fanno la differenza nel tempo – siano quelle che nascono all’interno dell’organizzazione.

Un DesignForum è un workshop della durata di 2-3 giorni per un gruppo numeroso ed eterogeneo di stakeholder chiamati a prendere una decisione, mettere a punto un action plan, realizzare un cambiamento in tempi stretti.

Matter utilizza un metodo unico di gestione dei workshop basato su alcuni elementi fondamentali:

  • un ambiente di facilitazione appositamente concepito;
  • una serie di modelli utili a identificare le variabili decisionali, a esplorare nuovi contenuti, a consolidare conoscenze pregresse e a progettare e testare soluzioni per il futuro;
  • un’alternanza di discussioni in plenaria e approfondimenti in sottogruppi;
  • l’utilizzo della facilitazione grafica e della visualizzazione dei contenuti per supportare e facilitare le discussioni e per spiegare concetti e strategie complesse.

Un DesignForum porta i partecipanti a viaggiare verso una scoperta condivisa, verso un vero buy-in e un allineamento effettivo su decisioni da loro identificate. Integra le conoscenze e le esperienze di tutte le parti interessate nella progettazione di soluzioni praticabili.

Diversamente da altre metodologie di facilitazione di gruppo, i DesignForum offrono un rendimento di scala crescente: la capacità di affrontare argomenti complessi aumenta in funzione del numero dei partecipanti, mentre l’efficacia delle soluzioni cresce esponenzialmente con ogni giornata aggiuntiva di lavoro.

Partecipanti

In un DesignForum tutte le persone presenti hanno un ruolo essenziale nel conseguimento di un risultato: non ci sono osservatori, tutti partecipano attivamente.

In un DesignForum partecipa

Chi decide: dirigenti, top manager e, più in generale, chi riveste un ruolo di leadership.

Chi sa: middle manager e chi ha una conoscenza diretta e approfondita dei temi affrontati, e comprende la variabili che rendono il cambiamento possibile o difficoltoso.

Chi implementa: chi sarà personalmente e concretamente coinvolto nell’attuazione di quanto deciso durante il DesignForum.

Le tre fasi del DesignForum:

Scan

Consente di comprendere il contesto e sviluppare un linguaggio condiviso, definendo i problemi e le opportunità.

Focus

I temi in questione vengono definiti in profondità e si simulano e testano possibili opzioni.

Act

Si giunge a una soluzione dettagliata e condivisa e si sviluppano action plan di breve e lungo termine.

Insieme allo Sponsor Team del cliente, progettiamo e facciamo vivere ai partecipanti un’esperienza coinvolgente e collaborativa. Nel corso di un DesignForum ci impegnamo soprattutto nel trasformare un pubblico passivo in partecipanti attivi, creando un contesto unico per relazioni che durano nel tempo.

La nostra metodologia fortemente collaborativa consente ai partecipanti di:

• imparare insieme e reciprocamente;
• fare networking a un livello che è al tempo stesso strategico e operativo;
• sviluppare intuizioni attraverso il problem-solving di gruppo;
• definire soluzioni e piani di azione realistici e con un forte commitment all’implementazione.

Questo approccio può essere di enorme valore per attività di:

• Strategy & Transformation
• Operational Improvement
• Post-merger Integration
• Innovazione e Sostenibilità
• High-Impact Learning
• Eventi O -Site
• Focus Group
• Leadership Team Re-boot

CASE STUDIES 

  • Philip Morris ha intrapreso un percorso per posizionarsi come catalizzatore e agente di innovazione sul territorio italiano.

    Philip Morris

  • Tra il 2015 e il 2016 abbiamo realizzato percorsi di Train the Trainer per l’area Partnership, Resource Mobilization e Communication del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (Agenzia delle Nazioni Unite).

    IFAD

  • Il Board di Gavi rappresenta una sezione trasversale di stakeholder - Agenzie delle Nazioni Unite, donatori, paesi in via di sviluppo, società produttrici vaccini – che si dedicano a salvare vite umane vaccinando i bambini nei paesi più poveri del mondo.

    GAVI

  • Nel corso del 2016 Coesia, leader mondiale nel settore delle macchine per il packaging e dell’automazione industriale innovativa, ha lanciato un programma di common understanding della cultura e dei valori in tutta l’organizzazione.

    COESIA

  • Una banca leader in Svizzera, ha creato una task force dedicata per definire le linee guida strategiche del suo nuovo modello digitale.  

    Banca leader in Svizzera

  • UNICEF e OMS collaborano da diversi anni per superare le sfide logistiche che impediscono ai bambini di molte parti del mondo di ricevere i vaccini necessari, in condizioni adatte a garantirne l’efficacia.

    UNICEF

  • Un’azienda del settore energetico ha riconosciuto un cambiamento nella propria realtà, individuando il desiderio di voler riportarsi in vantaggio con un programma d’innovazione completamente integrato.

    EQT Innovation

  • In seguito a una serie di workshop sull’innovazione, manager a tutti i livelli stanno identificando alcuni argomenti importanti da discutere in maniera collettiva.

    EQT Midstream

  • Insieme al nostro partner, Ways of Working (WoW), abbiamo lavorato con Airbus a Tolosa per re-equipaggiare 8.000 dei suoi ingegneri verso un nuovo business model, caratterizzato da semplicità e concentrazione.

    Airbus

  • Oxfam ha riunito un gruppo di partner, altre associazioni non governative, benefattori, ufficiali di governo a tutti i livelli, esperti tecnici e la popolazione interessata, inclusi capi villaggio e agricoltori.

    Oxfam

  • Generali ha lanciato un programma globale per ripensare la cultura e l’identità del gruppo.

    Generali Assicurazioni

  • La più grande società indiana, Reliance, sta per lanciare un servizio di telefonia 4G per tutto il paese: Jio.

    Reliance

  • L’iniziativa “Financial Services for the Poor” della Bill & Melinda Gates Foundation ha riunito un gruppo di facilitatori per progettare, testare e promuovere la costruzione di una piattaforma di servizi finanziari digitali (DFS) per i poveri.

    Bill & Melinda Gates Foundation

  • Terna ha avuto la necessità di stabilire una strategia, su più anni, per prioritizzare e regolare investimenti importanti, in modo da assicurare una continuità nei servizi, in seguito ad un blackout completo che ha interessato tutto il paese.

    Terna

  • A differenza di molti dei suoi dei suoi concorrenti, STMicroelectronics possiede la propria fabbrica di dischi solari, oltre ad avere un numero maggiore di clienti e prodotti.

    STMicroelectronics